Tratto dall'edizione numero 31 del 07/04/2023

Il “ponte” sul Garda parte dal Vittoriale

di Carmen Rolle

scritto il

di Carmen Rolle

Ha riaperto un mese fa la stagione il Vittoriale degli Italiani, a Gardone Riviera, celebrando il 160esimo anniversario della nascita del suo creatore. Con il compleanno di D’Annunzio (12 marzo 1863) è stato inaugurato il nuovo tour virtuale in 3D, per navigare tra i giardini e le stanze della casa-museo con app e appositi occhiali, e due nuove mostre, aperte fino a settembre. Una dedicata al pittore viareggino Lorenzo Viani, tra i massimi esponenti dell’espressionismo italiano, l’altra all’imprenditore e mecenate Vittorio Cini, tra i maggiori collezionisti del secolo scorso, definito da Montanelli “l’ultimo Doge di Venezia”. L’anniversario sancisce anche il successo della dimora voluta da d’Annunzio sulle sponde del Garda.

In controtendenza con il calo dei decenni precedenti, dal 2009 il complesso museale ha registrato una crescita costante, mettendo a segno nel 2022 un aumento del 50% rispetto al 2021. Quasi eguagliando, con 267.512 visitatori, il record storico di 279.328 del 2019.

Il Vittoriale è la casa-museo più visitata al mondo – conferma Giordano Bruno Guerri che ne è presidente dal 2008. – E il secondo museo più visitato della Lombardia, dopo la Triennale di Milano – aggiunge.

L’incremento nei numeri coincide con l’avvio di importanti rinnovi conservativi. Come le riaperture nel 2013 del Laghetto delle Danze, piccolo specchio d’acqua a forma di violino creato dal poeta, nel 2015 del Canile e dell’Arengo, seguite nel 2020 dal completamento dell’Anfiteatro, progettato a partire dal 1931 dall’architetto Gian Carlo Maroni ma rimasto incompiuto.

Dal 2008 gli investimenti hanno raggiunto circa 10 milioni di euro, ottenuti con la biglietteria, i proventi di affitto degli spazi e la vincita di bandi, regionali, statali o europei – spiega il presidente.

Vittorie raggiunte anche grazie a GardaMusei, associazione nata nel 2015 per incrementare il turismo grazie a comunicazione comune, scambi di mostre, biglietteria unica. Nata con otto soci, oggi GardaMusei riunisce 28 realtà del territorio gardesano e delle vicine province.

Oltre ai restauri, il complesso si è arricchito di nuovi musei, per mostrare l’immenso patrimonio del poeta. Come il D’Annunzio Segreto, che raccoglie quanto era rimasto negli armadi e nei cassetti, il D’Annunzio Eroe, per valorizzare il patrimonio legato all’esperienza militare del Vate, L’Automobile è femmina, con le amate auto, e il nuovo Museo della Santa Fabbrica Gian Carlo Maroni, dedicato all’architetto che progettò il Vittoriale. A cui si aggiungono gli interventi più recenti, tra cui spiccano la Bottega, dove acquistare il vino e l’olio qui prodotti, e la Nave Puglia sorprendentemente incastonata tra gli ulivi e il lago.

Fuori dal Vittoriale è proprio il Garda, piacevolmente stretto tra pianura e montagna, ad ammaliare. Sul versante lombardo scorre la Gardesana occidentale, una settantina di chilometri di strada che inanella le mete più note. Verso sud, ecco sfilare Sirmione con la Rocca Scaligera e le terme, luogo caro a Catullo e alla Callas, e Desenzano con il centro storico e il porto vecchio.

Verso nord, si può imboccare la Strada della Forra che Churchill definì l’ottava meraviglia del mondo e salire fino a Tremosine e alla Terrazza del Brivido, piattaforma sospesa a 350 metri d’altezza davanti allo spettacolare panorama. Le curve a strapiombo della Forra sono anche state teatro degli inseguimenti e i testa coda dell’Aston Martin di James Bond in Quantum of Solace, film della saga 007.

Più sostenibile, ma sempre scenografico, il primo tratto di Garda by Bike, il percorso ciclopedonale che nel 2026 coprirà l’intero perimetro del lago, già realizzato a Limone sul Garda. Per pedalare o passeggiare sul blu.

Dove Dormire

Lefay Resort & Spa

Tra i migliori indirizzi di benessere in Italia, con rimandi a oriente e occidente, bioarchitettura, minimo impatto ambientale e area Spa di oltre 4.300 mq; gli ambienti comuni e le camere sono state riviste nel 2022.

✉ Via Angelo Feltrinelli 136, Gargnano (BS)

☎ 0365.241800 – lefayresorts.com

Boutique Hotel Villa Sostaga

In una casino di caccia di fine Ottocento dei conti Feltrinelli trasformato in villa dall’architetto Belgiojoso, immerso in un bosco di 40 ettari e vista lago; solo 19 camere.

✉ Via Sostaga, Navazzo di Gargnano (BS)

☎ 0365.791218 – villasostaga.it

Dove Mangiare

La Tortuga

In centro, davanti alla piazzetta del porticciolo, osteria nata alla fine degli anni ’60 trasformata in ristorante gourmet, premiato dalla stella Michelin dal 1980. Proposta gastronomica consolidata che punta su cotture semplici ma precise, capaci di esaltare gli ingredienti, soprattutto marini e lacustri.

✉ Via XXIV maggio 5, Gargnano (BS)

☎  0365.71251 – ristorantelatortuga.it

Trattoria Pegaso

Tra le colline sopra al lago, cucina autentica di terra e di mare; il patron, Adriano Liloni, è uno degli iniziatori dei Sovversivi del gusto, associazione nazionale che raccogli piccoli produttori dell’agroalimentare.

✉ Via Tormini 72, Gavardo (BS)

☎ 0365.372719